Origine del termine

Il termine SQL è la sigla inglese di Structured Query Language.

Cosa significa SQL

SQL (Structured Query Language) è un linguaggio standardizzato per database basati sul modello relazionale (RDBMS).

Fonte: Wikipedia

SQL è un linguaggio dichiarativo, basato in parte sull’algebra relazionale ed in parte sul calcolo relazionale.

Si tratta di un linguaggio per interrogare e gestire basi di dati tramite l’utilizzi di costrutti di programmazione detti query.

Esso permette la definizione, la manipolazione e la gestione di database relazionali.

L’utente indica quale risultato deve essere ottenuto e il DBMS stabilisce l’ordine delle operazioni.

Comandi SQL

Il linguaggio SQL comprende due tipologie di comandi:

  • DDLData Definition Language: Per la definizione della struttura dei dati, delle regole di integrità e dei privilegi degli utenti;
  • DMLData Manipulation Language: Per leggere , inserire, modificare e cancellare dei dati.

Vediamo alcuni tra i principali comandi SQL:

  • CREATE: Crea una nuova tabella, una nuova vista della tabella o un altro oggetto nel database;
  • ALTER: Modifica un oggetto esistente del database (es. una tabella);
  • DROP: Elimina un’intera tabella, una vista della tabella o un altro oggetto nel database;
  • SELECT: Seleziona determinati record da una o più tabelle;
  • INSERT: Crea un record;
  • UPDATE: Modifica un record;
  • DELETE: Elimina un record;
  • GRANT: Concede un privilegio agli utenti;
  • REVOKE: Toglie privilegi concessi agli utenti.

Vantaggi del linguaggio SQL

  • Semplicità di utilizzo;
  • Rapidità di elaborazione delle query;
  • Linguaggio standard;
  • Portabilità;
  • Alta interattività.

Seguici su Instagram per non perdere le nostre pillole di conoscenza quotidiane!