Cosa significa IOT

IOT, acronimo dall’inglese Internet of things, nelle telecomunicazioni è un neologismo riferito all’estensione di Internet al mondo degli oggetti e dei luoghi concreti.

Fonte: Wikipedia

Cosa sono i dispositivi IOT

I dispositivi IOT sono dispositivi fisici che ricevono, raccolgono e trasferiscono i dati su reti wireless, con un intervento manuale limitato.

Esistono diverse tipologie di dispositivi connessi alla rete che possono fare alcune o più di queste operazioni:

  • Rilevare dati e comunicarli,
  • Rilevare diversi tipi di dati e trasferirli,
  • Selezionare i dati e trasferire solo quelli che rispettano specifici requisiti,
  • Selezionare i dati e fare determinate azioni in base alle indicazioni ricevute,
  • Selezionare i dati e trasmettere solo quelli necessari effettuando azioni in base alle indicazioni ricevute e alla capacità elaborativa.

Come funziona l’IOT

Nel contesto IOT gli oggetti possono collegarsi alla rete, comunicare il proprio stato e le informazioni sul proprio operato, accedere ad informazioni utili per il proprio funzionamento, il tutto in maniera automatica e indipendente.

Questi dispositivi possono essere sfruttati nei settori della domotica, dei trasporti, della logistica, della medicina e in tanti altri ambiti.

IOT e industria 4.0

Con Industria 4.0 si fa riferimento alla cosiddetta quarta rivoluzione industriale che prevede l’applicazione dell’IOT a tutte le fasi della produzione industriale.

Ci sono diversi vantaggi derivanti dall’analisi dei Big Data originati dall’interazione tra macchine e Internet, tra essi l’ottimizzazione della produzione, la riduzione di sprechi, un incremento della sicurezza sul lavoro e la riduzione di possibili malfunzionamenti e guasti.

All’IOT vengono spesso affiancate diverse nuove realtà come la cybersecurity, la realtà aumentata, l’intelligenza artificiale (AI), il cloud e la stampa 3D.

IOT e blockchain

La Blockchain è una tecnologia emergente che sta acquisendo un’importanza esponenziale.

Si tratta di una struttura dati condivisa e immutabile strutturata in blocchi uniti uno con l’altro.

E’ una tecnologia basata sulla crittografia con la quale è possibile creare un registro accessibile da più parti.

Ogni volta che un’informazione viene aggiunta, viene creato un nuovo blocco e accade che ogni nodo della blockchain aggiorna una copia del registro contrastando eventuali manipolazioni future del registro.

L’unione di IoT e Blockchain permetterà di ottenere un collegamento tra miliardi di dispositivi IoT tramite una rete più resistente e sicura e costituirà una vera rivoluzione per il mondo tecnologico del prossimo futuro.

IOT pro e contro

Vantaggi:

  • Comunicazione dati da parte dei dispositivi;
  • Automazione delle attività quotidiane;
  • Miglioramento della qualità della vita;
  • Rilevazione, raccolta ed analisi dei dati in tempo reale;
  • Interconnessione continua dei dispositivi;
  • Monitoraggio in ambito industriale;
  • Potenziamento di sorveglianza e sicurezza;
  • Maggior contributo alla sostenibilità ambientale;
  • Riduzione del consumo di risorse energetiche.

Svantaggi:

Al crescere della quantità di dati scambiati in ambito IOT, ci saranno:

  • Maggiori rischi legati alla compromissione dei sistemi;
  • Maggiori rischi legati alla violazione della riservatezza e integrità dei sistemi;
  • Impatti significativi sia a livello economico sia sui diritti e sulla libertà individuali.

È necessario quindi considerare tutti i possibili scenari di rischio, identificare vulnerabilità gestionali e tecnologiche dei sistemi e adottare metodi di classificazione dei rischi.

Seguici su Instagram per non perdere le nostre pillole di conoscenza quotidiane!