Origine del termine integrità

Il termine Integrità deriva dal latino integrĭtas –atis, si riferisce all’essere integro, intero o intatto.

Cosa si intende per integrità dei dati

Con integrità dei dati si intende, nell’ambito della sicurezza informatica e delle telecomunicazioni, la protezione dei dati e delle informazioni nei confronti delle modifiche del contenuto, accidentali oppure effettuate volontariamente da una terza parte, essendo compreso nell’alterazione anche il caso limite della generazione ex novo di dati ed informazioni.

Fonte: Wikipedia

Tipi di integrità dei dati

  • Integrità fisica: E’ la protezione dell’interezza e dell’accuratezza dei dati. L’integrità fisica viene compromessa, ad esempio, quando si verificano disastri naturali, interruzioni di energia elettrica, attacchi informatici o errori umani;
  • Integrità logica: E’ l’inalterabilità dei dati durante gli utilizzi effettuati in un database relazionale. Protegge, in una modalità differente, i dati da errori umani e attacchi informatici.

Integrità dei dati nei database

Con l’integrità dei dati si va a verificare che i valori contenuti nel database siano validi e consistenti.

I DBMS garantiscono l’ integrità dei dati cioé assicurano una qualità dei dati stessi nel database attraverso un meccanismo costituito da specifici vincoli.

Cosa si intende per principio di integrità e riservatezza

Il principio di integrità e riservatezza stabilisce che i dati devono essere sempre trattati in modo da garantirne una sicurezza adeguata al rischio.

E’ necessario che il titolare adotti specifiche misure di sicurezza tecniche ed organizzative che permettano di proteggere i dati da eventuali modifiche non autorizzate o illecite, dalla loro perdita o distruzione.

Seguici su Instagram per non perdere le nostre pillole di conoscenza quotidiane!